Milinkovic Savic logora chi non ce l’ha

Milinkovic Savic logora chi non ce l’ha. Questa affermazione, fatta da un tifoso della Lazio, sembra riassumere quanto sta avvenendo in questi giorni sui social network e in particolare su Twitter.

Ormai da qualche tempo assistiamo al toto-Milinkovic: andrà a giocare a Torino con la maglia della Juventus? Al Real Madrid? Chelsea o Manchester United? Macché… Il Sergente si sta preparando per approdare al Milan.

Secondo i beninformati tale certezza proverrebbe da alcuni like sospetti del centrocampista laziale tra cui quello a una foto che ritrae Kessié, Romagnoli e Calhanoglu intenti a fare il saluto militare, gesto caro al sergente SMS.

Questa vicenda su Twitter è stata in grado di scatenatare un fenomeno degno di un simposio di neuroscienze. Centinaia di profili riconducibili a sostenitori del Milan si stanno fingendo supporters laziali scontenti della propria squadra, che invitano Milinkovic a fare le valigie e migrare a Milano.

Un evidente stratagemma da troll che avrebbe come obiettivo quello di far credere a Milinkovic che il suo popolo non lo acclami più e che lo stia spingendo verso Milano sponda rossonera. Trattasi di un comportamento che – superata la spiritosaggine iniziale – sfugge a qualsiasi comprensione logica.

Web Hosting

Insomma, cosa spinge dei tifosi a comportarsi in questa maniera? Non che non sia mai accaduto che si agognassero fuoriclasse di altre squadre, ma fingersi addirittura tifosi di un’altra squadra, è degno di un approfondimento da parte di specialisti.

A questi disperati commenti (o commenti da disperati) si aggiungono poi fini valutazioni economiche del centrocampista laziale. “La cifra chiesta da Lotito è un’assurdità. Centocinquanta milioni il Sergente non li vale affatto”. E così parte un teatrino di offerte, questa volta più consone alle sue qualità tecniche, per avere Sergej: un paio di milioni di euro e una fornitura di panettoni e cassoeula per due anni a Lotito. A noi tifosi, ovviamente, nulla. Neanche un biglietto gratis per poter ammirare il Cenacolo.

Ma c’è un passaggio che ci sfugge: se un giocatore non ha qualità tecniche eccelse, perché ci si prodiga tanto per averlo nella propria squadra? A questo punto a noi laziali non resta che chiedere l’ausilio di professionisti della psiche affinché si possa capire quanto sta accadendo.

Abbiamo tentato tutti i percorsi logici, ma non ne siamo venuti a capo. Nel frattempo, però, ci prepariamo mentalmente all’imminente sfida che ci vede impegnati contro il Napoli e risparmiamo il fiato per incitare il Sergente sabato prossimo all’Olimpico. Invece di sprecarlo per rispondere a questo mare pietoso di tweet.

C.D.

Be the first to comment on "Milinkovic Savic logora chi non ce l’ha"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*