Nessun caso Milinkovic. E lui rassicura: “Resto? Certo, sono qui…”

I tifosi lo implorano di restare, si accalcano intorno al gigante a caccia di una foto o di un autografo, ma soprattutto in cerca di una parola di rassicurazione. Il mercato, in Paideia, presenta le sue due facce: quella gioiosa ed entusiasmante di Badelj e Correa e quella dell’attesa spasmodica riguardo al futuro di SMS. Tanti i ragazzi che a Sergej chiedono di restare: “Ti prego resta con noi; “A Sergio ma ‘ndo vai?!”. Lui sorride e poi a uno che gli chiede, quasi implorante, se resterà, risponde: “Certo che resto, non lo vedi che sono qui…”. Parole che, oggi, valgono tanto. Nonostante gli assalti di Chelsea, Manchester e Juve. Con i Blues, in questo momento, club più convinto nel tentare di formulare l’offerta giusta a Lotito. Impresa non semplice. Il mercato, in Inghilterra, chiuderà il 9 agosto, il tempo può essere alleato della Lazio che continua a chiedere cifre intorno ai 130-140 milioni per SMS. Il ragazzo non sta forzando la mano per andare via, è molto legato alla Lazio, all’ambiente, ai compagni e non vuole creare questioni che potrebbero minare la serenità dello spogliatoio. E’ ovvio che offerte d’ingaggio anche 5-6 volte superiori a quanto percepito adesso, siano tentazione forte, ma è pur vero che chi assiste Milinkovic sta facendo un’intelligente opera diplomatica. Della serie: “Hai 23 anni, sei già adesso un top player, andare via oggi o tra un anno non cambia poi granché. Anzi un altro anno qui, da primo attore, potrebbe anche farti bene. Quindi non c’è motivo di forzare la mano”. Dunque: se si arriva a un accordo conveniente per tutti, allora Milinkovic partirà. Altrimenti resterà a Roma. Difficile sapere quale sia stata l’evoluzione nelle ultime 24-48 ore, perché Lazio ed entourage del giocatore sulla questione si trincerano dietro a un impenetrabile silenzio. Di certo c’è che nessun caso Milinkovic è mai scoppiato in casa Lazio. Nonostante qualcuno abbia provato a crearlo, un caso, nelle ultime ore. Operazione fallita. E i sorrisi di Sergej, oggi, in Paideia, la sua disponibilità con i tifosi, lo testimoniano e lo confermano. Inzaghi intanto freme, non vede l’ora sia domani per poter riabbracciare a Formello il suo numero 21. La speranza di Simone è conclamata. Con Sergej ancora un anno. Per l’assalto alla Champions.

Web Hosting

Be the first to comment on "Nessun caso Milinkovic. E lui rassicura: “Resto? Certo, sono qui…”"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*