‘Lazio Amarcord’ – 31 luglio 1999: i biancocelesti battono l’Atletico Madrid guidati da un Inzaghi super

E’ il 31 luglio 1999. Allo stadio De Meer, per il Torneo Città di Amsterdam, va in scena Lazio-Atletico Madrid. Per i biancocelesti doveva essere una partita facile e, invece, al fischio finale si racconta di un incontro vinto ma sudato, forse più del dovuto. Sul tabellino si legge 3-1, eppure il risultato inganna, perché i ‘Colchoneros’, scesi in campo imbottiti di riserve, probabilmente, avrebbero meritato di più.

La Lazio scende in campo senza la giusta concentrazione ma, nonostante tutto, dopo appena dieci minuti, Couto trova la zuccata vincente che porta avanti i capitolini. La giornata però, come scrivevamo, non è delle più felici e allora, sei giri d’orologio più tardi, Negro la combina grossa: maldestro retropassaggio a Marchegiani, Luque ne approfitta ed è subito pari.

L’Atletico Madrid prende coraggio e colpisce pure una traversa su colpo di testa di Casquero. Gli uomini di Eriksson sono imbambolati e l’unico a rendersi pericoloso è Boksic. L’attaccante croato, però, è poco aiutato dal compagno di reparto, il nuovo arrivato Andersson, apparso ancora in evidente ritardo di condizione.

Nella ripresa, comunque, le cose cambiano anche grazie all’ingresso di Simone Inzaghi. Il centravanti piacentino non doveva giocare per via di alcune noie all’adduttore e, invece, si è rivelato uno dei migliori in campo. Dopo la fortunosa rete del vantaggio firmata Lombardo, il numero 21 della Lazio guida l’assalto biancoceleste, prima vedendosi annullare un gol e poi concretizzando, al 91′, il definitivo 3-1. Una prova da applausi, sottolineata anche dai complimenti di Eriksson a fine gara.

TABELLINO

Lazio – Atletico Madrid 3-1

LAZIO: Marchegiani, Negro, Nesta (72’ Gottardi), Couto, Favalli, Stankovic, Sensini (46’ Lombardo), Veron, Nedved, Andersson (46’ S.Inzaghi), Boksic (65’ Conceiçao e dal 81′ Pinzi). A disp.: Ballotta e Di Fiordo. All. Eriksson.

ATLETICO MADRID: Rubio, Cabanillas, Gaspar, Juanma, Ivo (64′ Oscar), Lawal, Casquero (72′ Falcon), Zamino (64′ Cubillo), Luque (56′ Pepe Domingo), Emilio (77′ Raul Molina), Marcos. A disp.: Luis e Cenci. All. Carlos Xavier.

Arbitro: Temmink (Olanda).

Web Hosting

Marcatori: 10′ Couto, 16′ Luque, 50′ Lombardo, 91′ S.Inzaghi.

Be the first to comment on "‘Lazio Amarcord’ – 31 luglio 1999: i biancocelesti battono l’Atletico Madrid guidati da un Inzaghi super"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*