Inzaghi: “E’ stato un buon ritiro, sono felice del mercato. Sergej? E’ sereno, spero resti”

Tempo di bilanci. Il ritiro è giunto al termine, 14 giorni di lavoro intenso, utile per ritrovare gambe e coesione di gruppo. Ma anche periodo di mercato Per parlare di questo, in conferenza stampa, è intervenuto Simone Inzaghi.

Un ottimo ritiro, utile per una stagione che può essere quella della Champions: “I ragazzi hanno lavorato molto bene, unica pecca che ultimi giorni sono venuti a mancare Strakosha e Marusic che per noi sono importanti. Lo stesso Berisha si è dovuto fermare, però speriamo di rimetterli in gruppo nei prossimi giorni”.

Sette nuovi arrivi, come giudichi il mercato? “Sono molto soddisfatto perché abbiamo preso giocatori importanti che potranno aiutarci e darci le energie che ci sono mancate, forse, negli ultimi due anni. Fermo restando che questo è un bilancio provvisorio, perchè su Sergej si sentono tante voci. Per noi la sua permanenza sarebbe importantissima, perché è uno che cambia le partite e sappiamo che per rimanere ai livelli degli ultimi due anni è uno importante”.

Hai parlato con Tare e Lotito, c’è margine di tenerlo alla Lazio? “Ho parlato anche col ragazzo, sarebbe voluto arrivare qui per unirsi al gruppo, ma sarebbe arrivato solo ieri. Meglio che ricominci lunedì, sta bene a Roma, sta bene con noi, poi il mercato tutto può succedere. In cuor mio spero che resti”.

Qual è l’obiettivo di questa nuova stagione? “L’obiettivo è quello di fare una stagione come le ultime due, con vittorie, esultanze e gioie. L’augurio è quello di mantenere i livelli delle ultime due stagioni. Sono fiducioso”.

La Lazio parte dietro alle altre big? “Io non sono abiutato a fare promesse, penso solo a lavorare giorno dopo giorno. Negli ultimi due anni, Juve a parte, siamo gli unici ad aver vinto un trofeo, poi il campo dirà chi siamo”.

Si aspetta altri acquisti? Si può pensare a un cambio modulo con l’arrivo di Badelj? “Al di là del 3-5-2, nello scorso campionato, abbiamo giocato col 3-4-2-1 con Sergej accanto a Luis Alberto e Parolo in mediana con Leiva. Badelj arriva in una squadra forte, ci mancava, ha mostrato entusiasmo per questa nuova avventura. Gomez lo avevo chiesto come erede di Felipe, poi ne abbiamo parlato con il dirigenti, abbiamo analizzato e preso Correa che è un giocatore importante e giovane e che secondo me ci potrà dare tanto”.

Web Hosting

Uscite? “Siamo completi, forse abbiamo qualche elemento in più e dovremo sistemarli al meglio. Non possiamo lavorare con 30 elementi. Per il mercato sono sempre fiducioso”.

Immobile e Luis Alberto saranno i rigoristi? L’Europa League è un obiettivo? “Sì sono Ciro e Luis. L’Europa League è un obiettivo importante, ci crediamo, non scegliamo nulla, come accaduto lo scorso anno. Abbiamo fatto un grande cammino, però guardando allo scorso anno, vedo tante emozioni e gioie”

Ti aspetti un arrivo in attacco al posto di Caicedo?
“Sono soddisfatto di quanto fatto da Caicedo, l’ho sempre detto. Non è facile giocare dietro a uno come Immobile. Lui ha sempre dato tutto e sta bene nel gruppo. A Crotone ha sbagliato un gol, ma capita. Rossi sta facendo un ottimo ritiro, lo conoso bene, con la società stiamo valutando se tenerlo o mandarlo a fare un campionato importante in B, perché può fare meglio dello scorso anno. Dovremo fare delle scelte con il club”.

Se partisse SMS avreste già in mente un sostituto? “Il mercato è imprevedibile, ma io il ragazzo l’ho sentito sereno e tranquillo. Per ora non si pone il problema”.

Gerarchia dei portieri fatta? Cosa pensi degli arbitraggi? “Il primo è Strakosha, poi Proto e Guerrieri. Degli arbitri se n’è parlato tanto, ne parlo ora e non ne parlo più: abbiamo visto tutti quanto successo lo scorso anno, ma ora non ne voglio più parlare”.

Web Hosting

Luiz Felipe pensi che possa essere alternativa di Acerbi? “No penso che possa fare tutto in difesa, è un giocatore in continua crescita, importante per me. Può fare il centrale, ma lo considero un titolare anche negli altri due ruoli. Abbiamo una buona difesa, Acerbi si è inserito benissimo. Sembra che sia qui da tanto tempo. Ora sto provando lui con Wallace e Radu, ma tutti avranno chance e spazio”.

Be the first to comment on "Inzaghi: “E’ stato un buon ritiro, sono felice del mercato. Sergej? E’ sereno, spero resti”"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*